Ultimi Aggiornamenti degli Eventi

Il sintomo nel bene e nel male

Postato il

leonardovittorioarena

“In psicoanalisi il soggetto vuole guarire ma nel contempo mantenere il sintomo. La sua condizione di malato lo isola da una vita sociale che sente pericolosa. Il sintomo soddisfa un’esigenza della sua vita interiore. Se guarisce si troverà a riaffrontare problemi e situazioni. Il sintomo lo preserva ma con il tempo diventa una minaccia” (Leonardo Vittorio Arena,  La via del risveglio. Manuale di meditazione, Milano, Rizzoli 2017, p. 51).

View original post

Il Poppante Saggio

Postato il Aggiornato il

trauma infantile, difesa, idealizzazione

WISE BABY, IL POPPANTE SAGGIO

 

Il concetto di poppante saggio presentato da Ferenczi ci aiuta a fare luce sul tema del trauma in età infantile e sul modo in cui influisce sull’organizzazione dell’identità dell’adulto. Descrive il modo in cui il bambino, ferito e traumatizzato, cerca rifugio nell’onnipotenza ed in ideali di “saggezza”.

Leggi il seguito di questo post »

La distorsione della forza vitale

Postato il Aggiornato il

Summoning-Life-Force

Quello che come esseri umani desideriamo maggiormente in uno stato di salute è di sentirci vivi. Il sentimento di essere pienamente vivi si associa alla sensazione di connessione autentica con il nucleo profondo della nostra vitalità, l’Endo-Sè, il nucleo non danneggiato, il “volto originario prima della nascita”.

Leggi il seguito di questo post »

Regolazione del sé ed emozioni

Postato il Aggiornato il

COME PORTARE LA REGOLAZIONE DEL Sé NELLA PRATICA CLINICA

MaschereEmozioni

L’auto-regolazione ha a che fare con la regolazione degli affetti, il modo in cui gestiamo le nostre emozioni: come affrontiamo la tristezza, la rabbia, l’eccitazione, le sfide, la paura e la gioia. I segnali della disregolazione emotiva sono legati principalmente all’incapacità di percepire e sentire le nostre emozioni e il nostro corpo. Spesso siamo sopraffatti dalle nostre emozioni, o sentiamo che qualcosa resta sempre irrisolto, compresso o inespresso. La capacità di percepire e gestire le nostre emozioni è essenziale per il nostro benessere: siano esse positive o negative, potenti come la rabbia, o difficili come la tristezza, l’ansia e la depressione. Quando questo non è possibile allora può esserci uno stato di disregolazione.

Leggi il seguito di questo post »

Counseling di coppia

Postato il Aggiornato il

Counseling di coppia, per favorire il benessere nella relazione tra partner e con i figli.

counseling-di-coppia
Nella coppia spesso la comunicazione viene chiusa e ciascuno si isola nel suo mondo di solitudine. Non c’è peggiore solitudine di quella che viviamo con l’altro.

 

Non è un fatto raro che la coppia durante il suo ciclo di vita possa affrontare disagi e sperimentare difficoltà che incrinano, giorno dopo giorno, il benessere reciproco e compromettono la possibilità di stare insieme.

Questo avviene soprattutto in concomitanza di determinate fasi del ciclo di vita della coppia o in corrispondenza di avvenimenti critici, come il matrimonio, la nascita di un figlio, la perdita di un familiare, importanti cambiamenti lavorativi, inserimento scolastico, crescita, e svincolo dei figli.

Leggi il seguito di questo post »

La Fascia come organo di senso

Postato il Aggiornato il

fascia tessuto connettivo

Ormai è riconosciuto il fatto che la rete fasciale è uno dei nostri più ricchi organi sensoriali, se comparata all’innervazione del corrispettivo tessuto muscolare, la parte fasciale è innervata di un numero sei volte maggiore di nervi sensoriali. Per il rapporto sensoriale con il nostro proprio organismo – propriocezione, nocicezione e interocezione viscerale – la fascia rappresenta il principale organo percettivo.

Leggi il seguito di questo post »

Trauma infantile: realtà o fantasia inconscia?

Postato il Aggiornato il

nicolettaceccoliori.png

Trauma Infantile: realtà o fantasia inconscia? Freud e Miller a confronto.

Dopo aver a lungo appoggiato e praticato le tecniche proprie della psicoanalisi, Alice Miller è divenuta una delle più tenaci critiche del metodo psicoanalitico come terapia psicologica, nonché della prassi di molti terapeuti, incluso lo stesso Freud (su cui concentra le sue valutazioni). La Miller afferma che la svolta Freudiana verso la fantasia inconscia delle pazienti, a discapito della realtà effettiva del trauma, fosse una forma di difesa dello stesso Freud il quale fu incapace di affrontare la realtà del proprio trauma personale: impossibilitato, da proprie dinamiche interne, a elaborare il lutto rispetto alle vicende della propria infanzia personale, avrebbe preferito modificare la teoria, stendendo così un velo di omertà sopra l’effettiva dimensione del fenomeno degli abusi infantili e mascherando suo malgrado una problematica sociale drammatica. In tale maniera si è ostacolata la possibilità di riconoscere l’enorme diffusione della realtà del trauma infantile.

Leggi il seguito di questo post »